@broskyrat POLITICULTURA Performances del Brosky 😂 #performances #performancesart #arteperformance #artecontemporanea #arte #artedistrada #arteurbana #broskyrat #brosky #politicultura ♬ suono originale – Broskyrat

Fare politica è un arte, ma l’arte può essere politica? La risposta per Brosky è sì. Nel suo appuntamento Bella da Brosky il collezionista incappucciato spiega che è così da sempre: basta entrare in una qualsiasi chiesa per rendersene conto. Da Delacroix a Banksy ci sono artiste e artisti che “si interrogano sulle emergenze del nostro tempo. Aprono piste sulla superficie della cronaca. Si impegnano in atti concreti, coraggiosi, visionari. Per immaginare un altro presente. Artivisti, li chiama Vincenzo Trione nel suo libro nel libro “Artivismo. Arte, politica, impegno” (Einaudi, pag. 220) e sono coloro che creano nuove favole, che fanno narrazioni diverse, eccentriche, provocatorie e paradossali prendendo spunto dalle “trasformazioni ultrarapide” dell’attualità. Senza distinzione tra epoche storiche e medium artistici. Il saggio del prof Trione è stato premiato come Best of 2022 di Artribune perché “è un dato che l’arte non possa bastare a se stessa e che ciclicamente torna a presentarsi alle porte di quel walled garden che è l’artworld”.

Cosa ne pensate?
Scrivete a Brosky su TitTok oppure qui sotto nei commenti di BeconomyTv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 12 =