Antonello Colonna, chef stellato di fama internazionale, sfugge a qualsiasi tentativo di catalogazione. E lo dimostra la sua intervista per BeconomyTv: una ricetta che come tutta la sua cucina non rinnega l’origine contadina affondando le mani nell’orto e nelle aie, con sapienza: il lusso nella semplicità. Alessandra Mori ha incontrato “l’anarchico-rivoluzionario dei fornelli” Antonello Colonna nel suo resort a Labico, in provincia di Roma, immerso nel verde della campagna romana che lo chef usa come una grammatica preziosa con cui inventare sempre nuove sintassi. Un linguaggio originale, ma ispirato dalla tradizione. Una cucina di armonie e di terra, di geometrie e modernità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =