Per la sua rubrica per BeconomyTv “Italia, Paese di talenti”, Alessandro Wu intervista la soprano Tiziana Fabbricini che si guadagnò fama internazionale nel 1990, sul palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano, diretta da Riccardo Muti nella Traviata di Giuseppe Verdi. L’opera dopo la contestata messa in scena del 1964, non era più stata ripresa nelle stagioni scaligere e il Maestro Muti scelse la giovane soprano per il ruolo di Violetta: fu un successo. La Maestra Fabbricini racconta con emozione ad Alessandro Wu dell’incontro e dell’audizione con Muti, ma anche il suo lavoro di oggi, come docente di Canto al Conservatorio. Un consiglio ai giovani: “Studiate canto e se un insegnante non vi fa migliorare, cambiatelo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 18 =