L’editoriale di Alessandra Mori dedicato a Giulia Cecchettin e alla marea di donne che sono scese in piazza contro la violenza maschile. Il silenzio che si trasforma in “rumore”. Ospite della sua trasmissione su RadioLibertà il professor Antonio Curci, Global Teachers Award, che ha ricordato il gesto convenzionale con il quale chiedere aiuto quando si è in pericolo e non si può urlare.

Collegata da Milano anche la giornalista, storica dell’arte Nicoletta Orlandi Posti che sabato 25 novembre era in piazza a Roma con mezzo milione di persone che hanno accolto l’appello di Elena Cecchettin, la sorella di Giulia, partecipando alla manifestazione organizzata dal collettivo transfemminista Non una di meno per dire basta alla violenza sulle donne, che è sì fisica ma anche psicologica, affettiva, economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − nove =