Conduce Alessandra Mori – Pos soglia dei 60 euro verso l’addio. Lo si apprende da fonti di maggioranza in vista della presentazione di un nuovo pacchetto di emendamenti che sarà illustrato in serata dal ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti in Commissione Bilancio alla Camera. Dunque, dopo che la Ue, nel suo giudizio sulla manovra, aveva indicato questa misura come non in linea con le raccomandazioni specifiche per l’Italia sulla lotta all’evasione fiscale, il governo prova a cambiare rotta. Ci sarebbe invece l’accordo politico in maggioranza sull’aumento a 600 euro delle pensioni minime per gli over 75. Una modifica introdotta attraverso un emendamento dell’esecutivo, in via di definizione. Mentre è ancora in valutazione il taglio del Reddito di cittadinanza da 8 a 7 mesi nel 2023. Entrano negli emendamenti, la proroga al 31 dicembre 2022 della Cilas per il Superbonus al 110% e la misura ‘salva-sport’ che consente alle società sportive di saldare in 60 rate i versamenti tributari. E slitta di due mesi, dal 31 gennaio al 31 marzo 2023, lo stralcio delle cartelle fino a mille euro. “Ora tutti devono rinunciare a qualcosa ha detto il ministro dell’Economia”. L’intenzione del governo sembra a questo punto quella di verificare la possibilità di intesa con l’opposizione su alcuni emendamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 2 =