Meloni a Bruxelles per il Consiglio Ue. La Fed frena

Conduce Alessandra Mori – Bruxelles promuove i conti ma boccia Pos, multe e contante: la Finanziaria del 2023 rispecchia le raccomandazioni del luglio scorso. Ma ci sono misure “che non sono in linea” con le raccomandazioni specifiche per l’Italia sulla lotta all’evasione fiscale. “Una valutazione positiva che sottolinea la solidità della manovra economica e ribadisce la visione di sviluppo e crescita che la orienta”, ha commentato la premier Giorgia Meloni che oggi è a Bruxelles per il suo primo Consiglio europeo con in tasca un mandato chiaro del Parlamento. Anche il Senato ha approvato con 107 sì, 29 no e 43 astenuti la risoluzione di maggioranza. E ieri la premier nella replica in aula ha detto che “la pace passa per il sostegno a Kiev” e che il governo vuole “proiettare l’Italia come hub di approvvigionamento energetico in Ue”. La Fed ha alzati tassi- come previsto- di mezzo punto. La banca centrale statunitense si aspetta una crescita dell’economia Usa dello 0,5% nel 2023 e dell’1,6% nel 2024. E i riflettori oggi sono tutti puntati sulla decisione della Bce, tutta da vedere ed esaminare nel nostro prossimo tg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 5 =