Nella sua rubrica “Geotweet, il mondo che verrà in 140 secondi”, Graziella Giangiulio, ci spiega le conseguenze delle sanzioni europee contro la Russia. La condirettrice di AGCNEWS, agenzia giornalistica di analisi internazionali, geopolitiche, geoeconomiche, individua poi gli Stati, come l’India, che pagano le transazioni internazionali relative all’approvigionamento energetico con una valuta che aggira il rincaro del dollaro: il diram, cioè la moneta degli Emirati Arabi Uniti. Infine Graziella Giangiulio racconta che “in Russia per colpa delle sanzioni non si trovano i beni comuni come le televisioni, quindi c’è stato un import del 70% dall’Uzbekistan. Peccato che l’Uzbekistan non produca nessuna televisione. Gli esperti economici sostengono dunque che queste sanzione sono aggirate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =